Vota Rete Almagià per La Buona Vernice

Almagià in corsa per “La Buona Vernice”.

Rete Almagià partecipa al concorso di Renner Italia: “La buona vernice”. In palio 35.000€ per dar ossigeno ai progetti di promozione cultu-rale in città.

Il contributo economico di Renner Italia, finanzierà proposte in 3 ambiti specifici: solidarietà e servizi di assistenza, promozione culturale ed infine, incentivazione alla pratica sportiva tra i giovani. Il contest, prevede una selezione di 10 progetti che ogni realtà no profit italiana, potrà presentare da qui al 03 Maggio 2017.

Rete Almagià, che da anni con le sue attività sta apportando alla città di Ravenna: knowledges, soluzioni di coinvolgimento giovanili, ricerca, sperimentazione artistica, partecipazione sociale e soprattutto, un nuovo respiro urbano, parteciperà al contest presentando il progetto: “Itinerari formativi per giovani creativi”.

Il piano che Almagià presenterà, si colloca all’interno di un’offerta formativa gratuita e già operativa sul territorio.

Il programma è articolato in 3 percorsi formativi, tra cui:

Decoder: E’ stato il primo corso in Italia attuato con il metodo della peer education (alla lettera “educazione tra pari”). Le persone vengono formate intraprendendo attività con altre persone sue pari; cioè simili quanto a condizione lavorativa, genere sessuale o esperienze vissute. L’obiettivo di Decoder è formare ragazzi tra i 16 e i 25 anni, conferendo loro la possibilità di conoscere i meccanismi che stanno alla base dell’organizzazione di un evento, lavorandoci fin da subito. Il percorso, vuole insegnare ad essere organizzatori quindi: costruire installazioni, allestimenti, operare nel visual design, creare un dj set, gestire la comunicazione sulla stampa e sui social media, nonché imparare a definire un piano di promozione e comunicazione sul web e sui social. Insomma, distribuire competenze inserendo le risorse umane all’interno del contesto pratico-lavorativo.

Il secondo, sono 2 workshop:il primo come tecnico audio luci e il secondo come digital storytelling. Pensati per un target più ampio; (dai 16 ai 29 anni), hanno l’obiettivo di colmare il deficit lavorativo nel settore delle arti creative. L’idea nasce per trasmettere competenze, scegliendo tra 2 specializzazioni: la prima, come tecnico audio luci e la seconda come digital storytelling; (ovvero la narrazione di una storia, usando strumenti digitali come il web o le app).

Ed Infine: Il laboratorio Teatro delle Ombre. Un percorso teatrale democratico che include più generi espressivi e realizzato in collaborazione con la scuola media Montanari. Proprio questa struttura scolastica, fa riferimento ad un’area urbana multiculturale. Qui si mischiano lingue, tradizioni, culture e usi provenienti da paesi differenti. La missione del Teatro delle Ombre, è quella di contrastare la dispersione scolastica: iragazzi più vulnerabili a questo fenomeno, vengono riuniti dal percorso per esprimere ed esternare le proprie attitudini. “Esprimersi per imparare a conoscersi e per non abbandonarsi ai cupi meandri della vita”.
Come votare?Chiunque può sostenere i progetti di Rete Almagià durante il contest. Le votazioni apri-ranno alle ore 12 dell’8 Maggio 2017, fino alle ore 12 del’8 Settembre 2017. Info e detta-gli su:.https://www.labuonavernice.it/regolamento-2/

Per votare con sms e/o facebook cliccare qui

Percorsi Formativi per Giovani Creativi

Questa voce è stata pubblicata in archivio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.