Seminario di studio intorno alla materia tra arti visive e performative The accidental contingencies of mutation fa parte di Compost#, ciclo di seminari …

A cura di Sabina GhinassiAssistenti: Laura Bagnoli e Alice NasoSoundscape: Alice Fabbri e Alessandro De Lorenzi con la collaborazione di Martina Casadei, …

R-esistenti Passeggiata sensoriale notturna partecipata A cura di Sauro Biffi, Roberta Colombo, Sabina Ghinassi Con la partecipazione di Mariasole Brusa, Elena Casadei …

Visibile – On Line

Visibile è un progetto sperimentale, curato da Associazione Culturale Norma in collaborazione con Rete Almagià, che unisce il format di una fiera-mercato di arte e design ad attività multidisciplinari che mappano e raccontano attraverso un modello rizomatico e dilatato ciò che di più nuovo accade in ambito artistico e creativo. All’interno di Visibile giovani artisti […]

Appunti per un Terzo Paesaggio è un progetto sperimentale di Rete Almagià che, coordinato dalla critica d’arte e curatrice Sabina Ghinassi, giunto alla sua quinta edizione, porta avanti un percorso di approfondimento che mette a sistema le riflessioni nate e sviluppate a Ravenna intorno al tema del Terzo Paesaggio teorizzato dal paesaggista francese Gillés Clément. Rete Almagià inizia scrivendo degli Appunti, raccogliendo tracce e segnali che mette in relazione per iniziare una strada sperimentale nella quale coesistano gli indizi del Terzo Paesaggio, la memoria affettiva del luogo e le nuove intuizioni, artistiche, culturali e d etiche, per re-inventare la storia di un territorio. Si chiamano Appunti perché citano le hypomnemata, i taccuini usati nell’antica Grecia per annotare ricordi personali e formulare opinioni sull’esperienza del sé. Michel Foucault  li ha citati per una sua raccolta di saggi, descrivendoli come un esercizio dispersivo che tuttavia promette una riunificazione. Ecco allora che il viaggio intrapreso da Rete Almagià con Appunti per un Terzo Paesaggio implica una dispersione destinata a riunirsi in un unico orizzonte di pensiero, una flanerie attraverso vari indizi da decifrare attraversando una città, usando uno sguardo più profondo sulla natura di un luogo, la Darsena di città di Ravenna, che è un grande e dilatato Terzo Paesaggio, un frammento di territorio in apparenza silenzioso ma in realtà animato da tante voci e suoni che aspettano di essere raccolti.

Il progetto è realizzato con il sostegno della Regione Emilia Romagna.